fbpx

Best practice seo, le 9 migliori da seguire per posizionare il tuo sito

Quali sono le best practice SEO da conoscere e applicare per migliorare il posizionamento di un sito. Ecco i consigli.

22 NOV 2021

Sai che se non ti posizioni entro le prime 10 posizioni in SERP i tuoi contenuti rischiano di passare inosservati? Niente paura: ecco le 9 best pratice SEO per posizionare il tuo sito e dare valore ai tuoi contenuti. Quando si ha un progetto online è importante lavorare per portarlo nelle prime posizioni in SERP così da riuscire a renderlo visibile. Serve un bel po’ di pratica e servono anche dei consigli utili, che ti permetteranno di portare in alto il tuo sito. Posizionarsi nella prima pagina Google è importantissimo per avere la giusta visibilità. Prendi nota, stiamo per darti ben 9 suggerimenti da applicare immediatamente al tuo sito.

I nostri consigli e le best practice SEO da seguire

Aumentare le visite al tuo sito: questo è l’obiettivo che devi porti. Per farlo devi riuscire a posizionarti nelle prime posizioni sui motori di ricerca. Se questo obiettivo fallisce anche il migliore dei contenuti rischia di essere oscurato in seconda o, peggio ancora, terza pagina.

Ecco tutti i suggerimenti da tenere a mente e mettere subito in pratica:

  • 1. Scrivi cercando di avere sempre a mente l’intento di ricerca
  • 2. Scrivi un Tag Title e una Meta Description avvincenti
  • 3. Ottimizza le tue immagini
  • 4. Ottimizza la velocità della tua pagina
  • 5. Utilizza i link interni
  • 6. Migliora la user experience
  • 7. Includi parole chiave nel tuo URL
  • 8. Concentrati sull’ottenere backlink più autorevoli
  • 9. Pubblica contenuti lunghi e sostanziosi

L’importanza dell’intento di ricerca

Il primo consiglio è quello di scrivere cercando di soddisfare l’intento di ricerca. Perché è così importante?

Quando l’user effettua una ricerca vuole trovare dei contenuti in grado di soddisfare la sua curiosità o il suo bisogno del momento. Questo significa che trovarsi nelle prime posizioni per intenti di ricerca importanti permette di ottenere più visite. Esistono diverse tipologie di intenti di ricerca e, dati alla mano, Google riesce a distinguerle così da mostrare agli utenti le soluzioni migliori in base a quello che è il loro interesse.

Ecco le principali:

  • Intento di ricerca informativo: l’utente è alla ricerca di informazioni specifiche e cerca risultati immediati nella maggior parte dei casi, ma anche delle spiegazioni più approfondite. Per soddisfare questo intento di ricerca si deve informare e approfondire.
  • Intento di ricerca commerciale: l’utente cerca un prodotto specifico ma non ha ancora deciso definitivamente quale acquistare.
  • Intento di ricerca di navigazione: l’utente sta cercando un sito o una app.
  • Intento di ricerca transazionale: l’intento è di acquistare. L’utente ha già deciso di acquistare uno specifico prodotto e cerca dove farlo.

Il segreto è quello di creare contenuti in linea con l’intento di ricerca così da permettere a Google di classificarli e renderli disponibili per gli utenti nel momento della loro ricerca.

Tag Title e Meta Description: perché curare questi aspetti

Il secondo suggerimento dato riguarda i Tag Title e le Meta Description. Di che si tratta e perché sono importanti? Lo stesso Google ci dice molto sull’importanza del Tag Title. Nello specifico, stando a quanto detto da Big G., i titoli sono fondamentali poiché danno all’utente una prima visione del risultato. Questo permette di capire che il contenuto è in linea con la loro query di ricerca. Per questo motivo si consiglia di ottimizzare i titoli con la keyword principale. Non solo. I titoli devono sempre essere di qualità ed esplicativi del contenuto. A tal proposito dobbiamo dare alcune indicazioni. Tenendo presente che Google legge i primi 50-60 caratteri del titolo questo deve essere breve e conciso, ma anche perfettamente in linea con l’intento di ricerca.

Alla base ci deve essere uno studio delle keyword e quella principale va sempre inserita nel titolo del contenuto. A proposito delle Meta Description, invece, consigliamo di mantenerle tra i 150-160 caratteri. Non solo. anche in questo caso Google stesso ci dà dei suggerimenti. Si consiglia di scrivere una descrizione informativa e convincente. L’utente si fermerà a leggere il contenuto se capirà che è ciò che cerca. Importante l’inserimento della keyword all’interno del testo.

Ottimizzare le immagini

Un altro importante consiglio è quello di ottimizzare le immagini. Immagini troppo pesanti rallentano il caricamento delle pagine del tuo sito. Questo penalizza la user experience e ti fa perdere traffico.

Esistono dei tool online per ottimizzare le immagini come, ad esempio, TinyPNG o ShortPixel. Questi sono solo due dei nomi da prendere in considerazione, tra i più utilizzati e performanti.

Per ottimizzare le immagini, però, non è sufficiente solo ridimensionarle. Anche le immagini hanno una loro rilevanza in ottica SEO. Ecco, quindi, i consigli da seguire:

  • Scrivi un testo alternativo per le tue immagini: sii conciso ed evita il cosiddetto keyword stuffing, ma vai a descrivere il contenuto dell’immagine utilizzando almeno una parola chiave.
  • Utilizza immagini e video leggeri

Ottimizzare la velocità della pagina

Lo abbiamo già sottolineato: ottimizzare la velocità della pagina permette di dare una migliore user experience e questo significa che l’utente sarà invogliato a rimanere sul sito e a navigarlo.

Un sito lento non ispira fiducia e l’utente tende ad abbandonarlo per preferire siti più veloci e reattivi. Per scoprire la velocità di un sito si può utilizzare un tool Google che si chiama Page Speed Insights, che permette di avere una chiara panoramica sulle prestazioni.

Vuoi un preventivo gratuito?

Chiamaci allo 06 45504137

Come ottimizzare la velocità della pagina? Ecco i consigli da seguire. Il primo lo abbiamo già dato ed è quello di ottimizzare le immagini. Qui di seguito gli altri:

  • Abilita la memorizzazione nella cache del browser
  • Elimina i plugin inutili
  • Riduci i tempi di risposta del server
  • Riduci il numero di reindirizzamenti
  • Minimizza i file CSS e JavaScript

Utilizzare link interni

I link interni sono uno strumento molto potente e, purtroppo, molto spesso sottovalutati. Per chiarire le idee possiamo dire che chi utilizza dei link interni vede il suo traffico aumentare del 40%. Un dato di certo non irrilevante.

Perché i link interni sono importanti? Perché stabiliscono una sorta di gerarchia interna al sito stesso, permettendo di capire il sito in maniera più semplice. Google avrà il compito facilitato e potrà comprendere al meglio i contenuti del tuo sito e potrà classificarli in maniera più consona.

Ad oggi è impossibile non riconoscere la potenza di questo strumento, che dovrebbe essere più utilizzato e meno sottovalutato.

Migliorare la user experience

Altro aspetto importante, su cui abbiamo già posto l’accento, è quello della user experience. Dal punto di vista della SEO bisogna migliorare anche questo dettaglio, per nulla meno importante di altri. Anzi.

Il successo di un sito lo fa il traffico ed è per questo motivo che è importante invogliare l’utente a rimanere su una pagina e a navigare il sito.

Senza prendere in considerazione questo aspetto si è destinati al fallimento. Questo è un monito da tenere sempre a mente quando si ottimizza un sito web.

Ecco una serie di consigli da prendere in considerazione:

  • Utilizzare i paragrafi e i sottotitoli: questo rende i testi più leggibili ed è facile per l’utente individuare gli elementi e le parti di proprio interesse
  • Rendere i contenuti visivamente attraenti: utilizzare immagini aiuta a migliorare i propri testi e i propri contenuti. Si tratta di un dettaglio da non sottovalutare
  • Evitare pop-up inutili e invadenti: cercare di limitare l’utilizzo dei pop-up è importante. Spesso distraggono e infastidiscono ed è per questo motivo che si dovrebbero utilizzare solo quelli effettivamente utili
  • Utilizzare lo spazio bianco: lasciare dello spazio bianco aumenta la leggibilità e, di conseguenza, la comprensione del testo

Inserimento delle parole chiave nell’URL

Le parole chiave nell’URL sono un dettaglio che a Google piace molto e che, quindi, ti permetterà di posizionare al meglio il tuo sito. Si tratta di un suggerimento che va sempre tenuto in considerazione.

Alla base di tutto deve esserci uno studio delle parole chiave da inserire nel testo e la principale dovrebbe sempre essere contenuta nell’URL.

Ecco alcuni consigli per ottimizzare l’URL del tuo articolo.

  • Utilizzare URL brevi
  • Rimuovere le parole non significative
  • Creare URL ricche di parole chiave

L’importanza dei backlink

Tra le best practice SEO c’è anche quella che pone l’accento sui backlink, da sempre sottovalutati ma strumento decisamente potente se utilizzato a dovere. Vediamo come fare per ottenere backlink di qualità, che sono i migliori in assoluto e quelli a cui si dovrebbe aspirare. Il consiglio è quello di ottenere backlink naturali, scrivendo dei contenuti realmente di valore che verranno linkati da altri siti come fonti di approfondimento. I backlink sono segnale di ranking per Google perché dimostrano che il sito analizzato è di valore, tanto da essere riportato da altri come punto di riferimento. Una strategia di backlinking è quello a cui si deve puntare. Deve essere fatta da esperti che siano in grado di individuare siti, obiettivi e parole chiave da spingere.

Pubblicare contenuti lunghi

Ultimo consiglio SEO per migliorare il posizionamento del tuo sito è quello di pubblicare dei contenuti lunghi, ossia oltre le 3000 parole.

Un contenuto lungo appare rilevante, poiché approfondito a dovere. Per la creazione di questi contenuti effettua una buona ricerca di parole chiave, inserendo anche delle keyword longtail o a coda lunga. In questo modo sarà possibile posizionarsi più facilmente e ottenere molto più traffico da specifiche nicchie di settore.

Richiedi preventivo

Iscriviti alla nostra newsletter

Vuoi ricevere in anteprima le nostre news su digital marketing e nuove tecnologie? Vuoi essere informato su offerte in corso e promozioni riservate solo ai nostri clienti? Allora non devi far altro che inserire il tuo nome e la tua email nello spazio sottostante. Non invieremo spam! Promesso.

Richiedi preventivo


Send this to a friend